Alternative caffè chicchi

Alternative al caffè: ecco le più popolari

È stato utile questo articolo? Assegnagli un punteggio! 😉
Sending
User Review
0 (0 votes)

Il caffè è una parte fondamentale della cultura italiana, che risulta essere piuttosto conservativa in termini di come questo viene consumato.

Oltre al classico caffè espresso esistono infatti una ampia varietà di altre bevande interessanti e dalle proprietà più variegate: si tratta di bevande energetiche che vengono chiamate caffè, anche se non sono presenti tracce di questa pianta.

I motivi dietro la scelta di rimpiazzare il nostro abituale espresso con un’alternativa potrebbe derivare da diverse necessità, tra cui la più popolare che è quella di ridurre la quantità di caffeina assunta giornalmente.

Vediamo quindi quali sono le alternative al caffè più popolari.

 

Caffè d’orzo

Scoperto inizialmente come alternativa più economica al classico caffè durante i tempi della guerra, il caffè d’orzo ha acquistato rapidamente popolarità, merito sia del suo gusto che dell’assenza di caffeina.

Questo lo rende un’ottima soluzione in casi particolari come ad esempio una donna incinta o anche persone che soffrono d’insonnia e via dicendo.

E’ ottenuto per l’appunto dall’omonimo cereale che viene tostato e successivamente macinato. Può essere poi preparato in polveri solubili o anche come una miscela che deve poi essere utilizzata con una specifica moka che prende il nome di orziera.

 

Caffè di cicoria

Il caffè di cicoria non è una novità e veniva anch’esso bevuto durante le grandi guerre. Con il passare del tempo il suo utilizzo si è un po’ perso a parte negli Stati Uniti, in particolare New Orleans, dove viene ancora ampiamente utilizzato.

Esso viene ottenuto dalla stessa pianta che siamo abituati a consumare a tavola, in particolare dalle sue radici che vengono essiccate e poi tostate.

E’ poi possibile ottenere polveri solubili o grani da mettere in infusione come una sorta di thè: quest’ultima opzione è la migliore, in quanto il prodotto non deve essere trattato chimicamente.

Ultimamente è stato soggetto di una riscoperta anche in Italia, grazie alle ottime proprietà tra cui l’assenza di caffeina e la sua forte azione digestiva. Può tuttavia essere bevuto anche per stimolare l’appetito, un pò come un aperitivo.

Alternative caffè tazza

Se soffri di disturbi del sonno, ansia, reflusso gastrico, ridurre la quantità di caffeina assunta giornalmente, può essere una soluzione. 😉

 

Caffè Verde

Il caffè verde non è altro che la stessa varietà di caffè che siamo abituati a consumare, con una fondamentale differenza: i chicchi vengono colti quando ancora verdi e non subiscono un processo di tostatura.

Questo fa sì che essi mantengano le proprie proprietà e caratteristiche inalterate: si pensi infatti che il contenuto di antiossidanti del caffè verde è ben 4 volte superiore al thè verde.

La quantità di caffeina è invece inferiore al caffè tostato ed in un forma diversa, che porta ad un assorbimento più lento ed uniforme nel corso del tempo.

Uno dei motivi per cui il caffè verde si è affermato come alternativa al normale caffè da bar è la sua proprietà di accelerare il metabolismo dei grassi: non si tratta ovviamente di un preparato miracoloso, ma può aiutare se associato con la dieta.

Per prepararlo possiamo acquistare i chicchi interi, macinarli o schiacciarli con un mortaio ed infine metterli in infusione con dell’acqua bollente.

 

Altre alternative al caffè

La lista delle alternative potrebbe ovviamente continuare ed essere espansa a dismisura. Potremmo infatti aggiungere Yerba Mate, molto popolare in Sud America e derivata dall’agrifoglio, il thè, il Ginseng o ancora il poco popolare caffè di Tarassaco.

Non resta che provarle e scegliere quella che di più si adatta ai vostri gusti ed esigenze !

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *